chef hiro ogawa ito nippop 2019

Dal 17 al 19 maggio 2019 – Bologna
#FoodPop: Giappone da gustare

Confermati i primi, straordinari ospiti internazionali, amatissimi dal pubblico italiano:
la pluripremiata scrittrice Ogawa Ito e Hirohiko Shoda (Chef Hiro).

Torna per la nona edizione il festival NipPop, promosso dall’omonima associazione culturale in collaborazione con il Quartiere Santo Stefano.

Tre giorni per scoprire il meglio della cultura giapponese contemporanea, attraverso tutte le declinazioni di uno dei suoi temi più famosi e amati: food culture, cibo e riscoperta dei sapori, tra ospiti ed eventi.

“Con le mani appena lavate, tastai con estremo garbo quei prodotti della natura, avvicinandoli uno a uno al viso, e parlandoci a occhi chiusi, come fossero piccole creature appena nate. Senza che nessuno me l’avesse mai insegnato, eseguivo sempre questo rituale prima di iniziare a cucinare. Ascoltavo la voce degli ingredienti, con il naso e con le guance. Sentivo, annusavo, mi accertavo della loro condizione e domandavo come preferissero essere cucinati. E loro, puntualmente, mi rispondevano e mi suggerivano il modo più appropriato”.

Nel suo romanzo “Il ristorante dell’amore ritrovato”, Ogawa Ito racconta l’amore per la cucina, gli ingredienti e la preparazione del cibo attraverso gli occhi e la voce della sua protagonista. Un racconto emozionante che i visitatori del Festival NipPop avranno il piacere di vivere in prima persona: la celebre scrittrice giapponese, pluripremiata in patria e in Italia, sarà infatti una delle ospiti d’onore della manifestazione dedicata alla cultura nipponica contemporanea, che si svolgerà a Bologna dal 17 al 19 maggio.

La sua presenza non è certamente casuale: questa nona edizione – accolta nuovamente negli splendidi spazi interni e nei cortili del Quartiere Santo Stefano e del Teatro del Baraccano – sarà infatti intitolata #FoodPop: Giappone da gustare.

La food culture al centro di NipPop 2019

La food culture sarà al centro del ricchissimo programma della manifestazione, come dimostra un altro dei grandi protagonisti dell’evento: Hirohiko Shoda – più conosciuto dal grande pubblico come Chef Hiro – sarà infatti presente alla tre giorni bolognese. Noto agli spettatori italiani per la sua partecipazione a La Prova del Cuoco e per la sua trasmissione Ciao, sono Hiro su Gambero Rosso Channel, lo Chef ha saputo conquistare gli appassionati (e non solo) con la sua simpatia e cordialità, unite a un’idea di cucina che è quasi una filosofia: amore, cura del prodotto, rispetto della natura sono i suoi ingredienti.

Il rapporto tra Giappone e mondo culinario in tutte le sue declinazioni si svilupperà attraverso una serie di eventi e appuntamenti culturali con giornalisti, docenti universitari, artisti, critici, editori e esperti del mondo della pubblicità (tra i quali Maruyama Akira, direttore del Creative Business Strategy Center della Dentsu). Il pubblico potrà godere del meglio di ogni aspetto della cultura giapponese: una vasta rappresentanza della città di Iga coinvolgerà i visitatori con performance di calligrafia, arti tradizionali, eventi culinari e teatro. E ancora grandi emozioni con lo spettacolo del gruppo Munedaiko e le sonorità dei tamburi taiko e occasioni di divertimento – anche per i più piccoli – con i laboratori di modellazione delle ceramiche.

Il concept dietro NipPop 2019

La cucina giapponese si è affermata e diffusa a livello internazionale a partire dagli anni ’80, quando il sushi ha iniziato letteralmente a conquistare Stati Uniti e Europa, fino a raggiungere negli ultimi anni una popolarità globale. Parallelamente in Giappone la cucina si è andata definendo sempre più nettamente come tratto fondamentale dell’identità, individuale, culturale, e locale, laddove la specificità regionale delle pratiche alimentari diventa un punto di forza nella promozione del marketing e del turismo. Non a caso il marchio ‘Cool Japan’, che dall’inizio degli anni 2000 promuove il paese come superpotenza pop, è diventato un elemento chiave nel marketing del food.

NipPop 2019 vuole riflettere su questi temi ma anche sulle rappresentazioni del cibo nell’arte, nell’animazione, nel manga, nella letteratura: la cultura contemporanea in tutte le sue forme ha un ruolo fondamentale non solo nella costruzione e definizione della food culture ma anche nel connotare la cucina con nuovi significati.

Tutti gli eventi del Festival NipPop, inclusa l’area espositiva, saranno a ingresso libero e gratuito.

WWW.NIPPOP.ITWWW.NIPPOP-EVENTI.IT 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

One thought on “NipPop 2019: tra gli ospiti Ogawa Ito e Hirohiko Shoda (Chef Hiro)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *